Garanzia Giovani - Fase I - Modifiche e integrazioni

Si comunica che con decreto n. 3589 del 22 aprile 2016, pubblicato sul BURL serie ordinaria n. 18 del 2 maggio, sono state introdotte modifiche e integrazioni agli avvisi approvati con D.D.G. 9619 del 16 ottobre 2014 in attuazione del programma Garanzia Giovani.

Per agevolare la lettura degli Avvisi e consentire di individuare facilmente gli aspetti di novità, le modifiche introdotte sono state indicate in grassetto e in particolare le modifiche introdotte riguardano:

  1. la dotazione finanziaria per gli Avvisi Stock e Flusso: in base al trend di assegnazione delle doti, sono stati stanziati rispettivamente € 97.261.080 per lo stock e € 5.000.000 per il flusso;
  2. la possibilità per il giovane di ri-accedere alle politiche di Garanzia Giovani, già a far data dal 1 luglio 2015;
  3. l’estensione del bonus occupazionale anche ai rapporti di apprendistato professionalizzante, nonché alle proroghe di precedenti rapporti a tempo determinato purché la durata complessiva del rapporto di lavoro sia pari o superiore a sei mesi, riconoscendo inoltre la cumulabilità con altri incentivi all’assunzione di natura economica o contributiva non selettivi rispetto ai datori di lavoro o ai lavoratori con riferimento alle assunzioni a partire dal 1 maggio 2014;
  4. l’introduzione del termine di 60 giorni dalla conclusione del tirocinio per la presentazione da parte del soggetto ospitante delle domande di liquidazione delle indennità che, per i tirocini conclusi, decorre dalla data di pubblicazione del provvedimento (2 maggio 2016);
  5. i servizi di cui alle schede 1 e 2, a partire dal 1 luglio 2016, subiranno le seguenti variazioni:
    • le misure “Bilancio delle competenze” (1-C-1) e “Colloquio specialistico” (1-C-2) saranno erogabili entro la durata massima di 4 ore,
    • la misura “Certificazione delle competenze” (2-A-2) non sarà più attivabile;
  6. l’obbligo del soggetto che prende in carico il giovane di verificare lo stato di disoccupazione ai sensi del D.Lgs. 150/2015, attraverso:
    • “Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro” (DID);
    • "Patto di Servizio Personalizzato ai sensi degli artt. 19 e 20 del D.Lgs 150/2015” (PSP);
    • “Percorso del lavoratore (ex mod. C/2 storico)”.

Ai fini dell’attivazione dei percorsi relativi all’Avviso flusso di Garanzia Giovani, si specifica che anche i giovani in uscita dai percorsi scolastici che desiderano aderire al Programma dovranno adeguarsi alle disposizioni previste nel D.Lgs del 14 settembre 2015 n. 150 per l’acquisizione dello stato di disoccupazione.

E’ necessario pertanto che:

  • dichiarino la propria immediata disponibilità al lavoro e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro (DID) mediante accesso al sistema informativo regionale GEFO;
  • sottoscrivano un Patto di Servizio Personalizzato (PSP) presso un operatore pubblico o privato accreditato ai servizi al lavoro o presso un Centro per l’Impiego (CPI).

Per tali adempimenti, i giovani interessati avranno a disposizione l’intera rete degli operatori pubblici e privati accreditati ai servizi al lavoro.

L’operatore accreditato è tenuto pertanto a supportare il giovane per adempiere alle previsioni di legge in tutte le fasi necessarie (rilascio della DID e sottoscrizione del PSP).

Il PSP è sottoscritto con un operatore accreditato ai servizi al lavoro, ma la politica attiva GG deve essere attivata dalle Istituzioni Scolastiche, Formative e Universitarie autorizzate. Il giovane quindi viene preso in carico dall’istituzione scolastica, formativa o universitaria di appartenenza e procede alla definizione del Piano di Intervento Personalizzato (PIP).

d.d.g. 3589/2016 - Modifiche e integrazioni

Documento PDF - 107 KB

Allegato 1 - Avviso Flusso

Documento PDF - 512 KB

Allegato 2 - Avviso Stock

Documento PDF - 535 KB

05/03/2019