Come aderire

In continuità con la Fase I, Garanzia Giovani viene implementata nell’ambito del sistema dotale con l’obiettivo di garantire che tutti i giovani di età inferiore a 30 anni ricevano un’offerta qualitativamente valida di lavoro o tirocinio entro un periodo di quattro mesi dall'inizio della disoccupazione o dall'uscita dal sistema d'istruzione formale.

Garanzia Giovani in Lombardia si propone di:

  • offrire in modo tempestivo un’opportunità di attivazione per il miglioramento delle proprie competenze e per l’accesso al mondo del lavoro;
  • offrire un percorso personalizzato che tenga conto delle diverse esigenze e caratteristiche dei giovani;
  • offrire un insieme di servizi attraverso la scelta tra diversi operatori (pubblici e privati) e attraverso modalità che tendono ad incentivare il risultato occupazionale.

Il giovane NEET (Not in Education, Employment or Training) deve essere in possesso dei seguenti requisiti al momento della registrazione al Programma:

  1. età compresa tra i 16 e i 29 anni (fino al compimento dei 30 anni), al momento della registrazione al portale nazionale;
  2. essere residente nelle Regioni italiane, ammissibili all’Iniziativa per l’Occupazione Giovanile (IOG), e nella Provincia Autonoma di Trento;
  3. essere disoccupato ai sensi dell’articolo 19 del decreto legislativo n. 150 del 14 settembre 2015 e successive modifiche e integrazioni;
  4. non frequentare un regolare corso di studi (secondari superiori, terziari non universitari o universitari);
  5. non essere inserito in alcun corso di formazione, compresi quelli di aggiornamento per l’esercizio della professione o per il mantenimento dell’iscrizione ad un Albo o Ordine professionale;
  6. non essere inserito in percorsi di tirocinio extracurriculare, in quanto misura formativa;
  7. non avere in corso di svolgimento il servizio civile;
  8. non avere in corso di svolgimento interventi di politiche attive.

Non possono accedere alla Fase II del Programma i giovani che, pur in possesso dei requisiti sopra elencati, appartengono ad una delle seguenti categorie:

  1. percettori della Nuova prestazione di Assicurazione sociale per l’Impiego (Naspi) da più di quattro mesi (c.d. "AdR Naspi") e fino al termine del periodo di percezione della Naspi stessa, in quanto soggetti disoccupati titolati a richiedere l’Assegno di ricollocazione di cui all’art. 23 del D.lgs. 150/2015, quale strumento nazionale di politica attiva del lavoro, secondo le disposizioni previste da ANPAL;
  2. soggetti disoccupati che stanno fruendo dell’Assegno di ricollocazione di cui all’art. 23 del D.lgs. 150/2015 (c.d. "AdR Naspi").

Per accedere, dall’8 gennaio 2019 i giovani devono:

  1. registrarsi e aderire sul portale Nazionale di Garanzia Giovani (http://www.garanziagiovani.gov.it)
  2. completare l’adesione entrando nella propria area personale del portale ANPAL (http://www.anpal.gov.it/ - ACCEDI in alto a destra) e scegliere la Regione dove preferiscono usufruire del Programma.

Il giovane che seleziona la Lombardia come Regione di attuazione del Programma, riceve una comunicazione da parte del Sistema Informativo Unitario del Lavoro di Regione Lombardia (SIUL) contenente il link da cui scegliere e contattare un operatore accreditato ai servizi al lavoro dove recarsi per:

  • essere informato sul Programma
  • essere supportato nel definire l’obiettivo professionale
  • essere preso in carico
  • sottoscrivere un Patto di Servizio e un Piano d’Intervento Personalizzato
  • presentare la domanda di Dote.

L’operatore concorderà quali servizi, tra le azioni previste dal bando Garanzia Giovani – Fase II, sono più adeguati all’obiettivo professionale e accompagnerà il giovane in un percorso di inserimento nel mondo del lavoro.

Il giovane ha 60 giorni dalla ricezione della comunicazione da Regione Lombardia – SIUL per recarsi presso l’operatore accreditato ai servizi al lavoro scelto ed essere preso in carico, pena l’esclusione dal Programma.
Decorso il termine la registrazione rimane attiva e il giovane può riaderire al Programma accedendo all'area personale del Portale ANPAL (
http://www.anpal.gov.it/ dal punto 2).

La durata massima della Dote è di 180 giorni estendibili in caso di attivazione di un tirocinio extracurriculare, secondo le disposizioni presenti nel bando.

 Il giovane può beneficiare dei seguenti servizi:

  • 1 A – Accoglienza e informazioni sul programma
  • 1 B- Accesso alla garanzia (presa in carico, colloquio individuale e profiling, consulenza orientativa)
  • 1 C- Orientamento specialistico o di II livello
  • 2 A- Formazione mirata all’inserimento lavorativo
  • 3- Accompagnamento al lavoro
  • 5- Promozione del tirocinio extracurriculare

Il bando riguarda il finanziamento di servizi per il lavoro o attività formative destinate a offrire una occasione di lavoro o tirocinio per giovani NEET, e non finalizzate neanche indirettamente a sostenere e migliorare la produttività e la competitività di imprese. Tali attività non presentano carattere economico.

I soggetti interessati, pubblici e privati, possono chiedere l'accreditamento all'erogazione dei servizi essenziali per il lavoro e partecipare al Programma.
Inoltre, gli operatori con l’Accreditamento ai servizi formativi possono contribuire alla realizzazione dell’iniziativa attraverso l’erogazione di servizi in partenariato con gli operatori ai Servizi al Lavoro.

Gli operatori che intendono erogare i servizi nell’ambito del Programma sono tenuti ad inviare l’Atto di adesione e l’eventuale Offerta Formativa attraverso il sistema informativo, così come indicato nel bando di Garanzia Giovani in Lombardia - Fase II.

È prevista una procedura di assegnazione a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione on line delle domande e sino ad esaurimento delle risorse disponibili.

La persona ha a disposizione una Dote, ossia uno specifico budget che verrà riconosciuto all’operatore per il rimborso dei costi sostenuti per l’erogazione di servizi funzionali alle proprie esigenze di occupazione e/o qualificazione.

I costi connessi al servizio, per ogni persona, sono calcolati ai sensi delle tabelle standard dei costi unitari definiti dal Regolamento Delegato 2017/2016 del 29 agosto 2017 e rimborsati a condizione della presentazione del rendiconto, ovvero delle evidenze di ciascuna unità di misura degli indicatori utilizzati secondo quanto specificato in seguito.

Gli interventi sono ritenuti ammissibili sulla base dei criteri di:

  • rispetto dei requisiti di ammissibilità dei soggetti destinatari, indicati al par. A.4 (allegato A del bando);
  • completezza e regolarità della documentazione trasmessa;
  • rispetto del termine e delle modalità di richiesta della dote.

In seguito all’esito positivo dei controlli di completezza e di conformità dei dati dichiarati rispetto ai requisiti previsti dal bando, l’operatore riceve dal sistema informativo una comunicazione di accettazione riportante i servizi concordati, l’importo della dote e l’identificativo del progetto e ne consegna copia al destinatario.

Gli operatori accreditati sono autorizzati ad erogare i seguenti servizi :

  • 1 A – Accoglienza e informazioni sul programma
  • 1 B- Accesso alla garanzia (presa in carico, colloquio individuale e profiling, consulenza orientativa)
  • 1 C- Orientamento specialistico o di II livello
  • 2 A- Formazione mirata all’inserimento lavorativo
  • 3- Accompagnamento al lavoro
  • 5- Promozione del tirocinio extracurriculare

In continuità con la Fase I, Garanzia Giovani viene implementata nell’ambito del sistema dotale con l’obiettivo di garantire che tutti i giovani di età inferiore a 30 anni ricevano un’offerta qualitativamente valida di lavoro o tirocinio entro un periodo di quattro mesi dall'inizio della disoccupazione o dall'uscita dal sistema d'istruzione formale.

Le imprese possono beneficiare:

Incentivo Occupazione Giovani
Istituito nel 2017 (di cui al Decreto Direttoriale di ANPAL n. 394 del 02/12/2016 e alla Circolare INPS n. 40 del 28/02/2017), è stato prorogato per tutto il 2019 con Decreto Direttoriale di ANPAL n. 581 del 28/12/2018 che ne ha previsto un incremento della dotazione finanziaria di 60 milioni di euro, portando le risorse complessivamente disponibili a 160 milioni di euro.

In seguito al rifinanziamento, i datori di lavoro che dal 01 gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 effettuano l’assunzione con contratto a tempo indeterminato (anche a scopo di somministrazione) o con contratto di apprendistato professionalizzante un giovane, dai 16 ai 29 anni, che abbia precedentemente effettuato l’iscrizione al Programma Garanzia Giovani, possono beneficiare di uno speciale sgravio contributivo fino a 8.060 euro all’anno per ciascun lavoratore assunto.

L’incentivo Occupazione NEET può essere cumulato con l’incentivo strutturale all’occupazione giovanile introdotto dalla Legge di Bilancio 2018 (art. 1, c. 100 della L.n. 205 del 27/12/2017). Non è ammissibile, invece, la cumulabilità con altri incentivi all’assunzione economici o contributivi.

Le modalità operative di richiesta dell’Incentivo restano invariate secondo quanto previsto dalla Circolare INPS n. 48/2018. (vedi allegato)

Rimborso di indennità di tirocinio
L’indennità di tirocinio è riconosciuta per l'attivazione, in favore di un giovane preso in carico nell'ambito di Garanzia Giovani - Fase II, di un tirocinio extracurriculare di durata minima di 91 giorni continuativi presso il medesimo soggetto ospitante e a condizione della successiva assunzione del giovane con un contratto di lavoro subordinato pari ad almeno 180 giorni continuativi, entro 30 giorni dalla conclusione del tirocinio.
 

L'importo complessivo del rimborso è differenziato sulla base della durata del tirocinio secondo le fasce temporali di seguito specificate:

  • 250€ per tirocini di almeno 120 giorni;
  • 500 € per tirocini di almeno 150 giorni;
  • 750 € per tirocini di almeno 180 giorni;
  • 250€/mese per ogni mese di tirocini successivo al 6° mese (180 gg) e comunque fino al 12° mese, solo per soggetti disabili e svantaggiati.

Per le persone svantaggiate ai sensi della l 381/91 e per i disabili ai sensi della l.68/99, il rimborso dell’indennità è riconosciuto a partire dal quarto mese e fino al dodicesimo mese di tirocinio.

E’ possibile, in ogni caso, attivare tirocini di durata superiore, in conformità agli indirizzi regionali in materia di tirocini, di cui alla D.g.r. n X/7763 DEL 17/01/2018  e al Dds n.6286 del 7/05/2018, che disciplinano le regole e le modalità di svolgimento dei tirocini in Lombardia.

Le indennità sono rimborsate al soggetto ospitante in ordine cronologico di ricevimento della domanda di rimborso e fino ad esaurimento delle risorse.

La domanda di rimborso dell'indennità deve essere trasmessa entro il termine di 60 giorni dalla conclusione del tirocinio, secondo le modalità che saranno successivamente comunicate.

Circolare INPS n. 48/2018 - Incentivo Occupazione NEET

Documento PDF - 7,63 MB

decreto Anpal n.581 del 28 dicembre 2018

Documento PDF - 317 KB

11/01/2019